Paperblog

martedì 17 gennaio 2012

CHISSA'..........

Dicono che è vero che quando si muore poi non ci si vede più
dicono che è vero che ogni grande amore naufraga la sera davanti alla tv
dicono che è vero che ad ogni speranza corrisponde stessa quantità di delusione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più
ora

dicono che è vero che quando si nasce sta già tutto scritto dentro ad uno schema
dicono che è vero che c'è solo un modo per risolvere un problema
dicono che è vero che ad ogni entusiasmo corrisponde stessa quantità di frustrazione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non farlo più
ora

non c'è montagna più alta di quella che non scalerò
non c'è scommessa più persa di quella che non giocherò
ora

dicono che è vero che ogni sognatore diventerà cinico invecchiando
dicono che è vero che noi siamo fermi è il panorama che si sta muovendo
dicono che è vero che per ogni slancio tornerà una mortificazione
dicono che è vero sì ma anche fosse vero non sarebbe giustificazione
per non farlo più, per non falro più, ora

non c'è montagna più alta di quella che non scalerò
non c'è scommessa più persa di quella che non giocherò
ora
ora
ora...

8 commenti:

  1. Qualcosa è vero e qualcosa no!

    RispondiElimina
  2. Cara Anella, non condivido.

    Buona serata!

    RispondiElimina
  3. gianna.....e non ci dici come la pensi?

    RispondiElimina
  4. Credo che il senso sia quello di stimolare una riflessione... La musica di questo brano è splendida. Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  5. Io invece sono d'accordo per la maggior parte delle cose!

    RispondiElimina
  6. In estrema sintesi: persevera nelle tue convinzioni anche quando la disillusione ti sovrasta.
    Probabilmente è un mio limite ma confesso che Jovanotti non mi piace. I suoi testi li trovo pretestuosi e populisti. Utilizza il senso comune ammantato di buonismo per dare un'immagine di se che non gli appartiene. Lo spirito libero che da l'impressione di voler rappresentare si scontra, impietosamente, con il tipo di vita che conduce. Sembra che dica tutto ma in realtà non dice niente, o meglio nulla che non si sia già detto (e molto meglio)da oltre tremila anni. Non gli riconosco ne il guizzo sensibile del poeta e neppure la scintilla innovativa del musicista; al massimo la scaltra intuizione del pubblicista.
    So che mi detesterete ma questo è il mio pensiero e non mi piace dissimulare.

    RispondiElimina
  7. @ASCARI Don't worry la pensavo esattamente come te....poi ho cambiato idea...non conosco il tipo di vita che conduce...ma ci sono alcune sue canzoni che riescono a toccare le mie corde giuste...anche se il cantante che ci riesce in tutto e per tutto è Battiato!

    RispondiElimina
  8. Purtroppo (o sarebbe meglio dire per fortuna) faccio parte della generazione che è cresciuta con Faber e ritengo (a torto o a ragione) che nessun paragone sia possibile con i cantautori che adesso vanno per la maggiore.
    E' comunque scontata la soggettività di ogni giudizio critico ed estetico quindi mi asterrò dal lanciare strali sui seguaci di Jovanotti :oD

    RispondiElimina